Adeguata attrezzatura tecnica (art. 18 commi 8,9)

L’adeguata attrezzatura tecnica consiste nella dotazione stabile di attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico specificamente destinati alla esecuzione di lavori con esclusione delle immobilizzazioni extracaratteristiche (Determinazione N. 48/2000), in proprietà, in locazione finanziaria o in noleggio. Il requisito è rispettato qualora il valore economico di tale dotazione, nel quinquennio di riferimento, non sia inferiore al 2% della cifra d’affari in lavori necessaria al conseguimento della qualificazione richiesta.

In virtù della disciplina transitoria, prevista dall’art. 253 comma 9-bis del D.Lgs. n. 163/2006 del 12 aprile 2006, così come modificato dal D.Lgs. n. 152/2008 dell’11 settembre 2008 (cd. Terzo Decreto Correttivo del Codice degli Appalti), “… fino al 31 dicembre 2010, per la dimostrazione … omissis … del requisito dell’adeguata dotazione di attrezzature tecniche … omissis … il periodo di attività documentabile è quello relativo ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la SOA per il conseguimento della qualificazione. …”

Tale valore economico è rappresentato:

  1. dagli ammortamenti per le attrezzature di proprietà;
  2. dai canoni di locazione finanziaria per le attrezzature in leasing;
  3. dai canoni di noleggio per i noli a freddo di durata superiore a cinque anni;
  4. dagli importi dei noli a freddo di durata inferiore a cinque anni.

Più del 50% del valore economico deve essere costituito dagli ammortamenti sia ordinari che figurativi, dai canoni di locazione finanziaria e dai noli di durata superiore ai cinque anni, ossia dalla dotazione stabile di attrezzatura.

7.1 ATTREZZATURA IN PROPRIETA’

Concorrono al raggiungimento del requisito dell’attrezzatura in proprietà:

  • Ammortamenti ordinari;
  • Ammortamenti figurativi.

La cifra da prendere a riferimento per gli ammortamenti ordinari è quella fiscalmente determinata dall’impresa nell’ultimo quinquennio (ovvero, nei migliori cinque anni dell’ultimo decennio, nel periodo transitorio, fino a tutto il 2010) fiscalmente dimostrabile alla data di sottoscrizione la domanda di qualificazione.

L’attrezzatura tecnica per la quale è terminato il piano di ammortamento contribuisce al raggiungimento del requisito sotto forma di ammortamenti figurativi, da evidenziarsi separatamente, calcolati proseguendo il piano di ammortamento precedentemente adottato per un periodo pari alla metà della sua durata. L’ammortamento figurativo è calcolato con applicazione del metodo a quote costanti con riferimento alla durata del piano di ammortamento concluso.

7.2 ATTREZZATURA IN LOCAZIONE FINANZIARIA O IN NOLEGGIO DI DURATA QUINQUENNALE

Il valore dell’attrezzatura in locazione finanziaria è dato dai canoni effettivamente corrisposti nell’ultimo quinquennio (ovvero, nei migliori cinque anni dell’ultimo decennio, nel periodo transitorio, fino a tutto il 2010), desumibili dai relativi contratti e dalle corrispondenti fatture; analogamente per i noleggi i cui contratti abbiano almeno la durata quinquennale.

7.3 ATTREZZATURA IN NOLEGGIO

Il valore dell’attrezzatura utilizzata dall’impresa sottoforma di noleggio a freddo, ovvero senza l’ausilio dell’operatore, è dato dai canoni effettivamente corrisposti nel quinquennio di riferimento (ovvero, nei migliori cinque anni dell’ultimo decennio, nel periodo transitorio, fino a tutto il 2010) e desumibili dai relativi contratti e fatture.

L’ammontare degli importi dei nolo a freddo non può superare il 50% del valore totale.

Nel caso in cui l’Impresa faccia parte di un Consorzio, alla predetta somma concorre anche quella posseduta dallo stesso Consorzio, in proporzione alle quota di competenza dell’Impresa. (Art.18 comma 12)

I consorzi possono dimostrare il requisito relativo alle attrezzature tecniche mediante l’attrezzatura in dotazione stabile ai propri consorziati, sommandola a quella in proprio possesso. (Art.18 comma 13)