Adeguata capacità economica e finanziaria (art. 187 commi 2,3,4)

3.1 REFERENZE BANCARIE (Art. 18, comma 2, lettera a)

Le referenze bancarie vengono rilasciate direttamente dall’Istituto di credito presso il quale l’impresa intrattiene rapporti commerciali.

3.2 CIFRA D’AFFARI IN LAVORI (Art. 18, commi 2, 3 e 4 e Art. 22 comma 1)

La cifra d’affari realizzata con lavori svolti mediante attività diretta e indiretta deve essere non inferiore al 100% della somma degli importi delle qualificazioni richieste nelle varie categorie.

Per attività diretta si intende quella svolta e fatturata direttamente dall’impresa ed è comprovata: da parte delle ditte individuali, delle società di persone, dei consorzi di cooperative, dei consorzi tra imprese artigiane e dei consorzi stabili con la presentazione delle dichiarazioni annuali IVA; da parte delle società di capitale con la presentazione dei bilanci, riclassificati in conformità alle direttive europee, e della relativa nota di deposito.

Per attività indiretta si intende quella svolta dal consorzio o dall’associazione di cui l’Impresa fa parte, è comprovata con la presentazione dei bilanci, riclassificati in conformità alle direttive europee, e della relativa nota di deposito, dei consorzi e delle società fra imprese riunite dei quali l’impresa stessa fa parte, nel caso in cui questi abbiano fatturato direttamente alla stazione appaltante e non abbiano ricevuto fatture per lavori eseguiti da parte dei soggetti consorziati.

La cifra d’affari in lavori è quella realizzata nel quinquennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la SOA, ovvero l’ultimo quinquennio fiscalmente o civilisticamente valido.

In virtù della disciplina transitoria, prevista dall’art. 253 comma 9-bis del D.Lgs. n. 163/2006 del 12 aprile 2006, così come modificato dal D.Lgs. n. 152/2008 dell’11 settembre 2008 (cd. Terzo Decreto Correttivo del Codice degli Appalti), “… fino al 31 dicembre 2010, per la dimostrazione del requisito della cifra di affari realizzata con lavori svolti mediante attività diretta ed indiretta … omissis … il periodo di attività documentabile è quello relativo ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la SOA per il conseguimento della qualificazione. …”

3.3 CAPITALE NETTO (Art. 18, comma 2, lettera c)

Limitatamente ai soggetti tenuti alla redazione e alla pubblicazione del bilancio, il capitale netto, costituito dal totale della lettera A del passivo dello Stato Patrimoniale, di cui all’art. 2424 del codice civile, riferito all’ultimo bilancio approvato, deve essere di valore positivo.