Requisiti (art. 17 e 18)

I requisiti che l’Impresa deve possedere per il conseguimento della qualificazione sono:

  • di ordine generale
  • di ordine speciale

2.1 REQUISITI DI ORDINE GENERALE (Art. 17)

Il possesso dei requisiti di cui all’articolo 17, comma 1, del D.P.R. 34/2000 è dimostrato con la presentazione dei seguenti documenti:

certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, il certificato deve contenere:

  • l’indicazione che l’impresa nell’ultimo quinquennio non risulta in stato di fallimento, concordato preventivo o amministrazione controllata
  • l’annotazione antimafia.

Il documento deve essere di data non anteriore a 6 mesi e in originale;

certificati del casellario giudiziale relativi al titolare, al legale rappresentante, all’amministratore, ai soci (in caso di S.n.c.), ai soci accomandatari (in caso di S.a.s.) e al direttore tecnico, la richiesta è a cura della S.O.A.;

dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 rilasciata dal titolare, dal legale rappresentante, dall’amministratore, dai soci (in caso di S.n.c.), dai soci accomandatari (in caso di S.a.s.) e dal direttore tecnico, attestante:

  • la cittadinanza italiana;
  • l’inesistenza di sentenze definitive di condanna passate in giudicato per le quali il giudice ha disposto il beneficio della “non menzione” ovvero di sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del c.p.p. ovvero l’elencazione di tali sentenze;

dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 rilasciata dal titolare o dal legale rappresentante attestante:

  • l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contribuzione sociale secondo la legislazione italiana o del paese di residenza;
  • l’inesistenza di irregolarità, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse secondo la legislazione italiana o del paese di provenienza;
  • l’inesistenza di errore grave nell’esecuzione di lavori pubblici;
  • l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate, attinenti l’osservanza delle norme poste a tutela della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • l’inesistenza di false dichiarazioni circa il possesso dei requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti e per il conseguimento dell’attestazione di qualificazione.

2.2 REQUISITI DI ORDINE SPECIALE (Art. 18)

I requisiti di ordine speciale occorrenti per la qualificazione sono: