Soccorso istruttorio:si paga solo per evitare l’esclusione

DiQLP-SOA

Soccorso istruttorio:si paga solo per evitare l’esclusione

Con un parere di precontenzioso l’Anticorruzione ribadisce la posizione di maggior favore per gli operatori già indicata nella determinazione 1/2015

L’ANAC con parere di precontenzioso n. 155/2015 ha confermato che la sanzione per regolarizzare le offerte va pagata solo se l’impresa intende evitare l’esclusione dalle gare.

Al centro della questione sollevata di fronte al presidente dell’ anticorruzione ci sono ancora una volta le modalità di applicazione della sanzione prevista dal cosiddetto «soccorso istruttorio» in caso di offerte carenti. Per l’ Anac «in caso di mancata regolarizzazione degli elementi essenziali carenti, la stazione appaltante procede all’esclusione del concorrente dalla gara». La sanzione, individuata dal bando, sarà invece comminata solo nel caso in cui il concorrente intenda avvalersi del nuovo soccorso istruttorio.

Info sull'autore

QLP-SOA editor